Blondies al cioccolato bianco e cannella

Devo confessare che, a discapito di quanto si possa pensare leggendo il mio blog, non ho una particolare passione per la cucina e la cultura americana in generale. Il motivo per cui queste pagine si stanno riempiendo di ricette di cookies, brownies, muffin e bundt cake è il puro gusto personale.
Infatti impazzisco per le preparazioni overzuccherate, overmorbide e superdense, pastrugni secondo mia madre. Ed è questo il motivo per cui mi sto dando alla classica produzione dolciaria d’oltreoceano, che in genere corrisponde al mio bisogno di cose dolcissime e appiccicose.
I dolcetti di oggi rispondono a tutti questi criteri: sono molto dolci, sono molto umidi e sono molto densi 😀
Per spiegare cosa sono i blondies bisogna partire da i più famosi brownies: quadrotti di impasto al cacao, con cioccolato e spesso frutta secca, aromatizzati nei modi più svariati. (In genere) non sono soffici e leggeri come una nuvola, ma bensì densi e cioccolatosi, morbidi e scioglievoli, possono essere preparati con la consistenza di un fudge oppure più “chewy”.

I blondies sono brownies bianchi: stessa tipologia di impasto, stessa consistenza, semplicemente senza cacao. In genere vengono preparati con il cioccolato bianco invece che il cioccolato fondente e possono essere aromatizzati in mille modi.
La ricetta di base proviene da The perfect cookie, new entry natalizia della mia libreria. Il libro è bellissimo e, soprattutto, risponde esattamente alle mie necessità accademiche in ambito culinario. Io non riesco a prendere una ricetta e prepararla senza prima studiarla, studiarne gli ingredienti, confrontare tutte le varianti, sperimentare l’effetto delle variazioni delle dosi e della temperatura, di tutti i parametri in gioco e in tutto questo prendere appunti. Ovviamente è una missione impossibile, ma mi appassiona sempre.
Gli autori del libro in questione hanno fatto la stessa cosa: per tutta una serie di dolcetti, essenzialmente cookies e brownies, hanno testato i diversi ingredienti e le diverse modalità di preparazione per giungere a delle “ricette perfette”. Tutto ciò è raccolto nel libro in schede di “studio” in cui sono presentati i risultati dei diversi esperimenti, cosa che mi fa impazzire.
Tornando a noi, la ricetta è una base blondies universale che potete impiegare come volete. Nel libro l’hanno arrichita con ca 90 g di gocce di cioccolato bianco e ca 90 g di gocce di cioccolato fondente, io invece con tanto cioccolato bianco, spezie nell’impasto e sopra. Vi avverto, sono dolci, molto dolci per chiunque non sia abituato a divorare tavolette di cioccolato bianco, ma incredibilmente buoni.
Riguardo gli ingredienti non convenzionali: all’interno troviamo il (light) brown sugar, che non è zucchero di canna ma zucchero bianco mescolato con melassa. Conferisce un aroma e un’umidità all’impasto insostituibili. Lo trovate online e nei negozi specializzati, altrimenti potete facilmente preparare in casa un mix di 10 parti di zucchero bianco e 1 parte di melassa (la melassa si trova molto più facilmente al supermercato e nei negozi bio!) e utilizzarne la quantità richiesta nella ricetta. (Se non lo trovate/non avete voglia potete utilizzare il normale zucchero semolato, ma non sarà la stessa cosa).

Stampa

Blondies al cioccolato bianco e cannella

Per 16 blondies, stampo quadrato 20 x 20 cm

Ingredienti

  • 100 g farina 00
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1/4 di cucchiaino di sale
  • 140 g light brown sugar (127 g zucchero semolato + 13 g melassa)
  • 80 g burro fuso e lasciato raffreddare
  • 1 uovo grande a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 135 g cioccolato bianco a pezzetti o in gocce
  • 1 cucchiaino e 1/4 di cannella
  • un pizzico di noce moscata
  • 1 cucchiaio di zucchero semolato

Per decorare

  • 100 g cioccolato bianco

Istruzioni

  1. Rivestire uno stampo quadrato di 20 x 20 cm con due lunghi fogli di alluminio larghi 20 cm: disporli perpendicolarmente nello stampo in modo da rivestirlo completamente e che sporgano oltre ai bordi. Fare aderire l'alluminio allo stampo prestando attenzione a formare bene gli angoli, quindi imburrarlo.

  2. In una ciotola mescolare la farina con il lievito, il sale e un cucchiaino di cannella.

  3. In un'altra ciotola amalgamare a mano con una frusta il burro fuso con il brown sugar.

  4. Aggiungere al mix di burro e zucchero l'uovo e la vaniglia, mescolare bene.

  5. Unire anche il mix di farina e mescolare velocemente con una spatola, giusto il tempo di amalgamare il tutto (attenzione a non mescolare troppo!).

  6. Da ultimo aggiungere anche il cioccolato bianco tritato grossolanamente in pezzi (o già in gocce).

  7. Versare l'impasto nella teglia e livellare la superficie con una spatola

  8. Mescolare il cucchiaio di zucchero semolato con il 1/4 di cucchiaino di cannella rimasto e spolverarlo sulla superficie del blondies.

  9. Cuocere in forno statico preriscaldato a 180°C per circa 22-25 minuti: la superficie dovrà essere lucida e i bordi leggermente dorati.

  10. Lasciare raffreddare nello stampo, ci vorranno circa 2 ore. Quindi, aiutandosi con i bordi della carta di alluminio. estrarlo dalla teglia.

  11. Fondere il cioccolato bianco necessario per la decorazione e farlo colare sul blondies con l'aiuto di un cucchiaino o una forchetta.

  12. Lasciare rapprendere il cioccolato e quindi in 16 quadrotti.


Related Posts

Bundt cake alle pesche con glassa al burro nocciola

Bundt cake alle pesche con glassa al burro nocciola

Questa ricetta è stata pubblicata settimana scorsa su Sally’s baking addiction ed è stato subito amore! È una bundt cake (una ciambella cotta nello stampo “bundt”) realizzata alternando l’impasto con strati di pesca aromatizzata con la cannella e ricoperta con una golosa glassa al burro […]

Caprese all’arancia

Caprese all’arancia

Partiamo dalle dovute premesse: la torta caprese è una torta originaria dell’isola di Capri, l’impasto è a base di mandorle tritate, uova montate e cioccolato e, grazie alla mancanza di farina e alla presenza delle mandorle, all’interno è molto morbida ed ha una cosistenza particolarmente […]



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: