La passione per la cucina, la cucina per passione

Quiche ai porri, cipollotti e guanciale

Settimana scorsa ho mangiato una pizza ai porri, cipollotti e guanciale ed era davvero buona, raccoglieva proprio i miei gusti preferiti. Quindi, come avrebbe fatto chiunque altro in quella situazione (…), ho subito pensato: facciamone una quiche! 😀
Ammetto che la mia ossessione per le quiche è quasi ai livelli di quella per le ciambelle, ma a mia discolpa posso dire che sono davvero il pranzo perfetto da portare in università, quindi sono sempre alla ricerca di nuove torte salate da sfornare.

Ingredienti – per una tortiera da quiche di 24 cm 

Per la pasta brisée:
250 g farina 00
150 g burro freddo
1 uovo
1 cucchiaio di latte freddo
1 cucchiaino di sale
un pizzico di zucchero
Per il ripieno:
200 ml panna fresca liquida
2 uova
1 cucchiaio di parmigiano grattuggiato
2 porri
3 cipollotti (io ho usato quelli di tropea)
150 g guanciale a fette spesse (o sottili, vedi nota sotto)
una noce di burro
olio evo
sale e pepe

Procedimento
Per la pasta brisée di Michel Roux (In alternativa potete utilizzare un rotolo di pasta brisèe già pronto)
Versare la farina a fontana sul piano di lavoro. Al centro mettere il burro freddo a pezzetti, l’uovo, il sale e lo zucchero e lavorare con la punta delle dita per ottenere un composto sbriciolato (questa operazione potete farla anche frullando brevemente il tutto in un mixer). Quindi unire il latte e lavorare brevemente l’impasto per renderlo liscio e compatto, prestando attenzione a non surriscaldarlo. Formare una palla, avvolgerla nella pellicola e riporre in frigorifero per almeno 40 minuti.
Quindi stenderla in un disco spesso 3-4 mm e usarla per foderare uno stampo imburrato o rivestito di carta da forno (per tagliare l’eccesso di pasta usare la lama di un coltello o passare sopra il mattarello). Bucherellare con una forchetta il fondo e lasciare raffreddare in frigorifero per 20 minuti.
Appoggiare nel guscio di pasta un foglio di carta da forno, riempire con dei pesetti (dei fagioli vanno benissimo) e procedere con la cottura in bianco in forno statico preriscaldato a 180° per 20 minuti. Poi rimuovere i pesetti e la carta da forno e rimettere in forno per altri 5 minuti, quindi sfornarla e lasciarla da parte mentre si prepara il ripieno.
Per il ripieno
Pulire i porri e i cipollotti, quindi affettarli a rondelle sottili. Scaldare in una padella la noce di burro con un goccio d’olio, saltare le verdure e proseguire la cottura a fuoco dolce facendole stufare per circa 15 minuti fino a che diventano tenere (se necessario unire un cucchiaio d’acqua), salare con moderazione e pepare.
Nel frattempo tagliare a striscioline il guanciale e farlo dorare in un’altra padella senza aggiungere grassi finchè è bello croccante.
In una ciotola mescolare la panna (liquida o semimontata, della questione ne ho parlato qui), con le uova, il sale (poco, il guanciale è molto salato), il pepe e il parmigiano grattuggiato.
Distribuire il composto di verdure e il guanciale nel guscio di pasta e coprire con la crema di panna fino al bordo.
Infornare a 180°, sempre forno statico già caldo, per 25-30 minuti finchè è bella dorata. Servire tiepida.

Aggiornamento: Ultimamente l’ho realizzato con il guanciale affettato sottilmente invece che spesso a striscioline: ho dorato in padelle le fette (come fossero bacon), poi le ho sminuzzate e aggiunte alle verdure. Il risultato è diverso perchè il guanciale non è a pezzi ma risulta essere ben amalgamato al ripieno e devo dire che personalmente l’ho preferito :).


Related Posts

Torta a strati alla nutella

Torta a strati alla nutella

Ho preparato questa torta per un compleanno. Serviva qualcosa di un po’ scenografico ma anche semplice nel gusto e che piacesse a tutti, bambini compresi. Quindi mi sono buttata nella preparazione di una tipologia di dolce che non preparavo da tempo: una bella torta a […]

Quiche ai porri e speck

Quiche ai porri e speck

Amo particolarmente le quiche e le torte salate. La ricetta che trovare di seguito è quella che uso sempre come base, potete semplicemente variarne il ripieno 🙂 La ricetta della pasta brisée che vi propongo è di Michel Roux (aka la pasta brisée più famosa […]



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: