Cheesecake al cioccolato bianco e composta di frutti di bosco

Mi serviva una torta per il mio compleanno! E visto che amo le cheesecake, adoro il cioccolato bianco e nel mio nuovo super figo libro di Ottolenghi c’era una “white chocolate cheesecake with cranberry compote”, la scelta non è stata molto difficile 😀
Questa torta è una bomba, come sembra esserlo tutto ciò che esce da Sweet. La base è realizzata con i classici biscotti secchi e le mandorle, la crema è piena di cioccolato bianco (tanto che non serve aggiungere zucchero) e in cima c’è una composta di mirtilli rossi e lamponi che, con la propria acidità, va ad equilibrare il tutto.
Tutto molto figo insomma, se non fosse che non sono assolutamente riuscita a trovare dei mirtilli rossi. Ho cercato in lungo e in largo, fruttivendoli, supermercati delle grandi catene, piccoli supermercati di provincia, negozi bio, niente, neanche un mirtillo rosso ne fresco ne congelato. Alla fine li ho trovati solo online, ma purtroppo non avevo più il tempo per ordinarli e mi sono dovuta arrendere. I mirtilli rossi nella mia composta sono diventati normarli mirtilli neri: non sono la stessa cosa, non hanno lo stesso colore, non hanno lo stesso sapore, ma non avevo alternativa e alla fine la salsa è venuta buonissima, quindi tutto bene! 🙂 L’importante era avere una nota acida che si sposasse con il dolce del cioccolato bianco, un frutto di bosco che si amalgamasse bene con i lamponi e i mirtilli neri hanno fatto il loro lavoro.

La cheesecake è molto semplice da realizzare, la cosa forse più importante è la scelta del cioccolato: deve essere un cioccolato bianco di ottima qualità, il migliore che riuscite a trovare, fa tutta la differenza del mondo. Io ne ho utilizzato uno acquistato in un negozio specializzato in pasticceria.
Rispetto alla foto presente sul libro la mia cheesecake è venuta decisamente più colorita. Ha iniziato a prendere colore già dopo 40 minuti di cottura, probabilmente sarebbe stato meglio a quel punto coprirla con un foglio di alluminio, ma non volevo rischiare di rovinarla e personalmente mi piacciono le cheesecake abbronzate quindi ho lasciato stare e il gusto non ne ha in alcun modo risentito!
Un’ultima nota sulla scelta del formaggio: io è ormai da qualche anno che utilizzo normalmente la robiola come formaggio cremoso nelle cheesecake, secondo me è davvero più buona del philadelphia e il risultato è sempre stato ottimo. Se scegliete anche voi di utilizzare la robiola prestate però molto attenzione a scolarla bene, è comunque normale che la crema venga un po’ più liquida perchè è un formaggio un po’ più cremoso. Se invece usate il philadelphia è meglio comprare quello in panetti che non quello spalmabile in scatola.

Stampa

Cheesecake al cioccolato bianco e composta di frutti di bosco

Per uno stampo da 23 cm di diametro.

Ingredienti

Per la base:

  • 70 g mandorle con la buccia
  • 180 g biscotti digestive
  • 100 g burro fuso

Per il ripieno:

  • 600 g cioccolato bianco di buona qualità
  • 500 g robiola o philadelphia, a temperatura ambiente
  • 4 uova grandi a temperatura ambiente
  • 300 g panna acida a temperatura ambiente
  • la scorza grattuggiata di una piccola arancia (circa 1 cucchiaino)
  • 1/2 bacca di vaniglia

Per la composta:

  • 150 g lamponi
  • 180 g mirtilli rossi se li trovate
  • 110 g zucchero semolato
  • 65 ml succo d'arancia

Istruzioni

Per la base:

  1. Accendere il forno statico a 180°C. Disporre le mandorle con la buccia su una teglia e tostarle nel forno già in temperatura per 10 minuti. Quindi mettere da parte e lasciarle raffreddare.

  2. Tritare le mandorle molto brevemente in un mixer, non devono diventare una farina fine ma piuttosto pezzettini di mezzo centimetro. Metterle in una ciotola.

  3. Tritare anche i biscotti con il mixer, questa volta finemente. Unirli alle mandorle.

  4. Aggiungere anche il burro fuso e mescolare con un cucchiaio.

  5. Imburrare e rivestire con carta da forno lo stampo. Distribuire sul fondo il mix di biscotti, mandorle e burro e compattarlo per formare la base usando un cucchiaio.

  6. Riporre in frigorifero a rassodare.

  7. Abbassare la temperatura del forno a 170°C.

Per il ripieno;

  1. Mettere 500 g di cioccolato bianco tagliato grossolanamente a pezzi in una ciotola resistente al calore o in un pentolino. Mettere la ciotola sopra ad una pentola di acqua bollente, prestando attenzione che l'acqua non ne tocchi il fondo, e lasciare sciogliere il cioccolato mescolando di tanto in tanto.

  2. Quando il cioccolato è completamente fuso, rimuovere la ciotola dalla pentola di acqua calda e mettere da parte per 5 minuti, lasciandolo intiepidire.

  3. In una ciotola mettere il formaggio e lavorlarlo con le fruste fino a renderlo cremoso.

  4. Unire le uova una alla volta mescolando a bassa velocità.

  5. Quindi unire anche la panna acida, la scorza d'arancia grattuggiata e i semini di vaniglia.

  6. Aggiungere anche il cioccolato fuso e amalgamare il tutto.

  7. Infine unire i restanti 100 g di cioccolato tritato i pezzettini di 1 cm.

  8. Versare la crema al di sopra della base di biscotti, all'interno dello stampo.

  9. Cuocere nel forno già caldo (statico a 170°C) per circa un'ora, è pronta quando il centro è ancora termolante. Spegnere il forno e lasciare la torta all'interno per un'altra ora, tenendo lo sportello aperto con un cucchiaio di legno.

  10. Poi rimuoverla dal forno e lasciare raffreddare a temperatura ambiente. Quindi riporla in firgorifero per almeno 4 ore, meglio una notte intera.

Per la composta:

  1. Ridurre i lamponi in purea con il mixer o a mano con una forchetta. Non usare il frullatore per evitare di frullare anche i semini.

  2. Passare la purea così ottenenuta con un setaccio a maglie fini per eliminare tutti i semini.

  3. In un pentolino mettere il succo d'arancia, lo zucchero e i mirtilli. Porre sul fuoco basso finchè lo zucchero non è sciolto.

  4. Quindi alzare il fuoco e lasciare bollire per circa 10 minuti, finchè la maggior parte dei mirtilli si sono disfati.

  5. Togliere dal fuoco e unire la purea di lamponi.

  6. Versare il tutto in una ciotola, coprire con pellicola a contatto e lasciare raffreddare. La composta assumerà una consistenza gelatinosa.

  7. Versare sulla cheesecake prima di servire.


Related Posts

Torta di ricotta e nocciole – Baked ricotta and hazelnut cheesecake

Torta di ricotta e nocciole – Baked ricotta and hazelnut cheesecake

Come avevo anticipato, ho iniziato con le ricette di Sweet! Ho già segnato come “da fare” più di 40 delle 100 ricette del libro. Il libro è davvero bellissimo, sia graficamente che nel contenuto, è estremamente curato in ogni dettaglio e ogni ricetta è spiegata […]

Caprese all’arancia

Caprese all’arancia

Partiamo dalle dovute premesse: la torta caprese è una torta originaria dell’isola di Capri, l’impasto è a base di mandorle tritate, uova montate e cioccolato e, grazie alla mancanza di farina e alla presenza delle mandorle, all’interno è molto morbida ed ha una cosistenza particolarmente […]



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: