Torta al gianduia aka Torta giraffa (Gianduione di Stefano Laghi)

Nota: sono riuscita a migrare i follower del vecchio blog (forse)! Non so come, è magicamente comparsa l’opzione migrazione su wordpress (o forse non l’avevo mai vista prima io) e quindi adesso anche i follower del vecchio dominio difrollaefrangipane dovrebbero ricevere le notifiche del blog 🙂
———

L’ennesima torta di Stefano Laghi direttamente da Cakes e l’ennesimo successo.
La torta è composta da due sole preparazioni:
– pasta frolla classica
– ripieno al gianduia
È davvero molto semplice da preparare e molto bella da vedere. Laghi la cuoce in uno stampo a forma di gianduiotto, io in mancanza ho usato degli stampi da plumcake. Qualunque stampo utilizziate, le fasi di montaggio sono due: innanzitutto si crea una griglia di frolla utilizzando l’apposito attrezzo e la si stende all’interno dello stampo, quindi si riempie lo stampo con la crema al gianduia. Quando la torta è cotta basta rovesciare gli stampi e ta-dan! Torta giraffa. Davvero molto semplice da realizzare, basta stare attenti a
– maneggiare delicatamente la griglia quando la si infila negli stampi, e
– non riempire gli stampi di crema fino all’orlo, altrimenti fuoriesce in cottura e finisce direttamente sul fondo del forno (fatto).
Le dosi sul libro sono per diverse torte, io le ho divise un po’ ad occhio e ho ottenuto tre torte: una più grande in uno stampo da plumcake da 21×8 cm e due piccole in stampi da 15×8 cm.

Stampa

Torta al gianduia

Per 2-3 torte in stampi da plumcake

Ingredienti

Per la frolla:

  • 145 g farina 00
  • 95 g burro leggermente ammorbidito ma ancora freddo
  • 61 g zucchero semolato
  • 17 g ova intere ca 1/3 di un uovo
  • 1 g lievito per dolci
  • 1/4 di bacca di vaniglia

Per il composto al gianduia:

  • 100 g farina di mandorle
  • 150 g farina di nocciole
  • 250 g burro morbido a temperatura ambiente
  • 50 g cioccolato fondente
  • 250 g zucchero a velo
  • 90 g farina 00
  • 5 g cacao
  • 5 g lievito per dolci
  • 200 g uova intere ca 4 uova
  • 50 g tuorli ca 3

Istruzioni

Per la frolla:

  1. Impastare burro e zucchero con la frusta a foglia.
  2. Aggiungere le uova con la vaniglia.
  3. Infine unire farina e lievito e impastare molto brevemente prestando attenzione a non scaldare l'impasto.
  4. Riporre in frigorifero a raffreddare per almeno un paio di ore.

Per il composto al gianduia:

  1. Lavorare con la frusta a foglia il burro per renderlo cremoso.
  2. Aggiungere lo zucchero a velo, la farina di mandorle e la farina di nocciole e mescolare.
  3. Unire poco alla volta le uova e i tuorli.
  4. Unire anche il cioccolato fuso.
  5. Incorporare la farina, il cacao e il lievito e impastare per ottenere un'impasto cremoso omogeneo.

Per il montaggio:

  1. Stendere uno strato sottile di frolla e creare la griglia utilizzando l’apposito attrezzo.
  2. Imburrare e infarinare gli stampi.
  3. Fare aderire all’interno degli stampi la griglia di frolla.
  4. Riempire con il composto al gianduia, non arrivare fino al bordo.
  5. Cuocere in forno statico preriscaldato a 170°C per circa 35-40 minuti; a seconda della dimensione dello stampo potrebbe essere necessario più o meno tempo.
  6. Sfornare la torta e lasciarla raffreddare nello stampo. Una volta fredda, capovolgerla e sformare.


Related Posts

Torta di ricotta e nocciole – Baked ricotta and hazelnut cheesecake

Torta di ricotta e nocciole – Baked ricotta and hazelnut cheesecake

Come avevo anticipato, ho iniziato con le ricette di Sweet! Ho già segnato come “da fare” più di 40 delle 100 ricette del libro. Il libro è davvero bellissimo, sia graficamente che nel contenuto, è estremamente curato in ogni dettaglio e ogni ricetta è spiegata […]

Brioche a nido d’ape di Christophe Felder

Brioche a nido d’ape di Christophe Felder

Realizzare questa brioche è stata un’impresa! Esatto, una vera e propria sfida, poiché è il primo vero lievitato che realizzo e inoltre, non possedendo un’impastatrice, ho fatto tutto a mano. Considerando queste due premesse e il risultato mi dico soddisfatta, non è sicuramente perfetta ma […]



Rispondi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: